Manibus

Lia de Venere

/ Exhibition 2023 / Lia De Venere

Lia De Venere si è laureata in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico all’Università di Bari e ha compiuto studi di specializzazione in Storia dell’Arte presso le Università La Sapienza di Roma e Carlo Bo di Urbino.

Già docente di Storia dell’arte contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti e a contratto presso l’Università di Bari, ha ideato e coordinato il corso di perfezionamento accademico Tra teoria e prassi sul ruolo dell’artista, finanziato dalla Regione Puglia con fondi comunitari.

Nei Master di I e II livello organizzati dal Consorzio interuniversitario Universus ha tenuto corsi su diversi temi relativi all’arte contemporanea.

Consulente nel progetto della Galleria delle arti contemporanee e del design promosso dalla Provincia di Bari (2000), ha svolto attività di ricerca presso musei e istituzioni pubbliche in Italia e in Francia.

Ha collaborato a una monografia su Pino Pascali (Laterza 1983, nuova edizione Electa 2010). Autrice di saggi sul collezionismo, sui rapporti tra artisti e galleristi, su Cindy Sherman, Joseph Beys e di numerosi articoli, ha scritto con A. Marino il volume Bari. Arte contemporanea e istituzioni pubbliche 1980-2021 (Gangemi editore, Roma 2022).

Ha curato residenze di artisti, progetti e mostre per istituzioni pubbliche e gallerie private in Italia e all’estero (Stoccarda, Amburgo, Bratislava, Londra, Lisbona) e tenuto conferenze nelle università di Bratislava, Saarbrüken, Trier, Heidelberg, Tubingen, Stoccarda. Collabora ad «Arteconomy24» de «Il sole24 ore» online, alla rivista «Segno» e ad Artribune.com.

Lia-De-Venere
WordPress Lightbox
X